Politica sanitaria della CSS

Qualità, trasparenza, obiettivi di costi e strutture tariffarie adeguate: vogliamo partecipare alla costruzione del futuro del sistema sanitario nell'ambito di queste e di altre tematiche. Poiché come assicurazione malattie ci assumiamo la responsabilità per le esigenze delle nostre debitrici e dei nostri debitori dei premi.

Punti di vista politico-sanitari del Gruppo CSS

In questa pagina sono riportate le posizioni del Gruppo CSS di fronte alle tematiche attuali di politica sanitaria. E con la pubblicazione «im dialog» ((Link einfügen)), la CSS Assicurazione, in veste di assicuratore malattie leader, desidera fornire un contributo allo sviluppo ulteriore del settore sanitario svizzero.

Politica sanitaria Punti di vista politici della CSS

Vigilanza FINMA

La vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) è responsabile di vigilare sulle assicurazioni complementari secondo la Legge federale sul contratto di assicurazione (LCA). La CSS chiede che la vigilanza venga svolta in modo ragionevole e proporzionato.

Cassa unica (cantonale)

La CSS si esprime contro un cassa unica nazionale o cantonale.

Promozione della responsabilità individuale

La responsabilità propria è una componente importante dell'assicurazione malattie obbligatoria al fine di contenere lo sviluppo dei costi. La CSS si impegna per tale sviluppo a promozione dell'autoresponsabilità d'azione.

Cure integrate

La CSS vede nelle cure integrate uno strumento centrale a promozione della qualità ed efficienza dei costi nel sistema sanitario svizzero.

Medicamenti

Nel mercato dei medicamenti, fortemente regolato, la CSS si impegna per l'introduzione di meccanismi vicini al mercato per quanto concerne la composizione dei prezzi e il diritto di ricorso per gli assicuratori contro la determinazione dei prezzi da parte dell'UFSP.

Finanziamento delle cure

La CSS sostiene un finanziamento delle cure sostenibile che suddivide i costi tra l'assicurazione malattie obbligatoria (AOC), gli assicurati e i cantoni.

Prestazioni obbligatorie (HTA)

L'assicurazione malattie obbligatoria assume in base alla legge soltanto le prestazioni che sono efficaci, appropriate ed economiche. Gli Health Technology Assessment (HTA) garantiscono un'analisi sistematica delle prestazioni, motivo per cui la CSS sostiene il consolidamento di HTA.

Prevenzione

La CSS riconosce la grande importanza della prevenzione nell'approvvigionamento sanitario. Le prestazioni di prevenzione che vengono assunte dall'assicurazione di base devono corrispondere, come tutte le altre prestazioni nell'assicurazione di base, ai criteri di efficacia, appropriatezza ed economicità.

Qualità

La qualità e la trasparenza rappresentano premesse fondamentali ai fini di una concorrenza durevole e sensata in termini di politica economica. La CSS chiede che le prestazioni mediche vengano documentate in modo trasparente ed esaminate in termini di qualità.

Compensazione dei rischi

Una compensazione dei rischi funzionante è la premessa base per una concorrenza politico-economica sensata, per questo motivo la CSS si impegna per un affinamento della compensazione dei rischi.

Finanziamento ospedaliero

L'attuale finanziamento ospedaliero è entrato in vigore nel 2012. Rimangono da discutere il ruolo dei Cantoni nell'ambito della pianificazione ospedaliera e la richiesta di regole di finanziamento uniformi per prestazioni ambulatoriali e stazionarie.

Finanziamento uniforme ambulatoriale/stazionario (EFAS)

La CSS sostiene il finanziamento uniforme ambulatoriale/stazionario EFAS. Così si possono eliminare stimoli errati.

Strutture tariffarie

La grande maggioranza delle prestazioni mediche si svolge in base a diverse strutture tariffarie (tra cui TARMED, SwissDRG, RBP, fisioterapia). La CSS si impegna per lo sviluppo appropriato delle strutture tariffarie.

Revisione TARMED

È in corso la revisione della struttura tariffaria per prestazioni mediche ambulatoriali. La CSS si impegna per lo sviluppo appropriato di tale struttura tariffaria.

Principio della territorialità

Posizione assunta dalla CSS in politica sanitaria riguardo alle prestazioni di cure nella LAMal che potrebbero essere erogate oltre frontiera. Al centro vi è l'aspetto della qualità.

Digitalizzazione

Posizione in politica sanitaria riguardo allo sviluppo tecnologico e ai relativi effetti nel sistema sanitario.

Obiettivi di costi e misure di contenimento dei costi

I costi del settore sanitario per ogni assicurato aumentano in modo inarrestabile di gran lunga oltre il carovita o gli sviluppi salariali. Dal punto di vista della CSS occorrono quindi efficaci misure di contenimento dei costi.

Protezione dei dati

La protezione dei dati rappresenta da decenni per la CSS un tema centrale. A tale scopo perseguiamo le massime misure di sicurezza per proteggere i dati sensibili dei nostri assicurati.

Forfait ambulatoriali

In linea di principio, la CSS valuta positivamente la forfetizzazione delle prestazioni singole. Il calcolo dei forfait ambulatoriali deve però obbligatoriamente avvenire sulla base di dati ambulatoriali e includere l'intero ambito dell'erogazione di prestazioni ambulatoriali.

Pianificazione ospedaliera

La CSS richiede che i Cantoni, sulla base di una relativa regolamentazione nella LAMal siano tenuti a intraprendere una pianificazione ospedaliera intercantonale, istituendo un numero adeguato di regioni responsabili della fornitura di prestazioni di cura.

Autorizzazione / Gestione strategica nell'ambito ambulatoriale

Per contribuire alla qualità e al contenimento dei costi, la CSS è favorevole a una regolamentazione lungimirante della tematica concernente l'autorizzazione di fornitori di prestazioni nell'ambito ambulatoriale.

Trasferimento da stazionario ad ambulatoriale

In medicina, negli ultimi anni sono stati fatti grandi progressi; la CSS è favorevole alla discussione di trasferire maggiormente l'ambito stazionario in quello ambulatoriale.

Trasferimento da stazionario ad ambulatoriale

 

Per promuovere gli importanti obiettivi di una consulenza di alto livello qualitativo ed efficiente in termini di costi, la CSS sostiene l'autoregolamentazione del settore.

 

Ha delle domande?