Infezione delle vie urinarie

„Infezione delle vie urinarie“ è un termine generico, non un quadro clinico uniforme.

Sommario

„Infezione delle vie urinarie“ è un termine generico, non un quadro clinico uniforme. Le patologie con sintomi specifici si sviluppano a seconda del luogo dell’infezione e dell’agente patogeno. La più frequente è la cistite (urocistite). Tuttavia, l’infezione può anche diffondersi ai reni (pielonefrite) oppure interessare l’uretra (spesso nelle malattie veneree).

Sintomi

Quadri clinici da consultare

Sintomi generici

  • Minzione difficoltosa, a tratti dolorosa e bruciante
  • Frequente stimolo a urinare (anche di notte)
  • Emissione a gocce di piccole quantità di urina
  • Ev. urina torbida, di colore rosso-marrone (mista a sangue) e maleodorante
  • Perdita incontrollata di urina
  • Dolori sordi, spasmodici nella zona della vescica

Complicazioni

  • Crescente dolore forte nella parte addominale bassa, nella schiena e nei fianchi
  • Febbre o brividi di freddo
  • Aumento del malessere e della nausea
  • Decorso cronico

Cause e trattamento

Cause

Agenti patogeni: 80% dei casi dovuti a batteri intestinali (Escherichia coli)

Fattori di rischio

Procedura ulteriore nello studio medico / in ospedale

Possibili controlli
  • Analisi dell’urina chimica e microscopica
  • Urinocoltura (presenza di batteri)
  • Ev. analisi del sangue
  • Ev. tampone uretrale
  • Soprattutto in caso di decorso complicato: ecografia, cistoscopia
Possibili terapie
  • Attenuazione dei sintomi (ad es. terapia del dolore)
  • Terapia antibiotica
  • Interventi operativi in caso di ostacoli meccanici come restringimenti, calcoli delle vie urinarie, tumori

Cosa posso fare da solo?

Misure preventive
  • Evitare l’ipotermia
  • Igiene intima: tamponare per detergere, evitare le lavande vaginali e gli spray intimi
  • Seguire le regole del safer sex:
    • contatto sessuale solo con preservativo o femidom (profilattico femminile)
    • (Evitare lo sperma e il sangue (anche mestruale) per via orale, e non inghiottire)
  • Minzione subito dopo un rapporto sessuale
  • Accertarsi di avere svuotato completamente la vescica
  • Maggiore apporto di liquidi
    • Bere tutti i giorni > 2 litri di liquidi non zuccherati
    • In caso di patologie cardiache e renali solo previo consulto medico
In aggiunta, nella fase sintomatica iniziale
  • Estratti o succhi di cranberry: sostiene la mucosa vescicale e ha un effetto antinfiammatorio
  • Cuscinetto riscaldante borsa dell’acqua calda (effetto rilassante sulla vescica e sul bacino)
  • Semplici antidolorifici, come ibuprofene e paracetamolo (osservare il foglietto informativo)

Quando andare dal medico?

  • Dopo due giorni nessun miglioramento percepibile con i rimedi casalinghi
  • In caso di prurito, bruciore o perdite nella zona genitale
  • Febbre, dolori ai fianchi o alla bassa schiena, nella zona dei reni
  • Urina rossastra e/o purulenta
  • In generale in caso di ripetute infezioni delle vie urinarie

Sinonimi

Infezione delle vie urinarie, infiammazione batterica delle vie urinarie

Panoramica dei premi 2022

Calcolare il premio

Esclusione della responsabilità

La CSS non assume alcuna re­spons­abilità per quanto concerne l'esattezza e la completezza delle indicazioni. I dati pubblicati non sostituiscono in alcun modo il consiglio competente di medico e farmacista.

CSS Assicurazione – il suo partner per la salute

Essere in buona salute, guarire, convivere con la malattia: la CSS Assicurazione la accompagna come partner per la salute lungo il suo percorso personale.

Ben assistiti