Sport dopo il parto: cosa è importante per il jogging

1011939208 1011939208

Dopo la gravidanza molte donne soffrono di incontinenza quando fanno jogging. Le mostriamo come la corsa diventa un allenamento per il pavimento pelvico.

Sport dopo la gravidanza

Il jogging è uno sport molto amato dalle mamme perché non necessita di tanto tempo, è flessibile e com­pa­ti­bi­le con il lavoro e la famiglia. Basta uscire di casa e partire.

Regola d’oro per le madri dopo il parto

Dopo la gravidanza e il parto, molte donne cercano di riacquistare la forma fisica e la condizione sportiva con il jogging. C’è però grande incertezza su quando convenga riprendere con lo sport in termini di utilità e salute. Come regola pratica si consiglia di non correre prima dei 2-3 mesi dopo il parto e di non svolgere allenamenti intensi prima di 4-6 mesi.

Regola del benessere per ricominciare

Si può anche applicare la «regola del benessere»: non appena si riesce di nuovo a camminare a ritmo sostenuto per abbastanza tempo, ci si sente in forma e il pavimento pelvico ha riacquistato la sua stabilità, si può provare a fare jogging. Il periodo di stop è necessario perché i cambiamenti ormonali allentano il tessuto connettivo, che deve ancora rafforzarsi. Il nostro consiglio è quindi di aspettare magari un po’ di più, per dare a questo processo fisiologico il tempo di completarsi.

Ritrovare il proprio centro: pavimento pelvico e postura

È noto che il pavimento pelvico della donna viene messo a dura prova dalla gravidanza e dal parto. Questo stress causa spesso incontinenza urinaria e prolasso pelvico. Una postura sfavorevole e schemi di movimento scorretti durante la gravidanza, come la lordosi dovuta al pancione, restano spesso anche dopo il parto. Ciò causa lombalgia e tutti i disturbi legati alla cattiva postura. La combinazione di stress sul pavimento pelvico e postura non corretta è particolarmente deleteria.

Attivare il pavimento pelvico facendo jogging

Il consiglio di contrarre continuamente il pavimento pelvico durante la corsa appartiene al passato! È meglio contrarre e rilassare seguendo il ritmo del movimento. Bisogna attivare ritmicamente i tre strati muscolari del pavimento pelvico, incluso massaggio degli organi pelvici! La camminata e la corsa, se eseguite correttamente, migliorano la velocità di controllo e l’elasticità del pavimento pelvico.

Il tempismo è tutto

Una tensione insufficiente causa perdita di forza e velocità, mentre troppa tensione stitichezza ed emorroidi. Questa sottile interazione durante la camminata e la corsa ha un’influenza decisiva sulla capacità di ritenzione urinaria. Tendere e rilassare al momento giusto: questo è il segreto. Il tempismo è tutto!

Un forte pavimento pelvico che può essere teso e disteso in modo mirato può alleviare o addirittura prevenire i sintomi e i disturbi legati all’abbas­sa­men­to dell’utero dopo il parto.

Abbassamento dell’utero dopo il parto

Tessuto connettivo debole o parto vaginale: queste sono le cause frequenti se il pavimento pelvico si rilassa e l’utero scivola verso il basso. Come riconoscere i sintomi e cosa fare contro di essi.

 

Questo articolo è presentato da: www.medical-running.com

Ben assistiti con la CSS

Sciogliere le tensioni
Provi l'app medicalmotion gratuitamente per una settimana.
All'offerta
Verificare i sintomi
Ricevere un consiglio, concordare un appuntamento dal medico e molto altro ancora.
Scoprire l'app Well
Coach della salute
Si faccia consigliare personalmente su tematiche riguardanti la salute.
Scoprire il servizio